Cosa fare quando…non si ha più voglia di praticare yoga?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ciao yogi! In questo post vi riassumo brevemente tutti i consigli pratici che troverete nel video di seguito, in risposta alla domanda su: “cosa fare quando non si ha più voglia di praticare yoga?”

CONSICLI PRATICI: 

  • Dedica MENO TEMPO alla tua pratica: se hai solo due minuti non dedicare tutti e due minuti allo yoga, decidi di dedicarne solo uno anche se ti può sembrare ridicolo! 
  • Associa alla pratica qualcos’altro di PIACEVOLE: non pensare srotolando il tappetino agli asana da fare, ma pensa a qualcosa di particolarmente piacevole che puoi associare a questo momento (come ascoltare una musica, odorare un’essenza, posizionare delle pietre o dei cristalli sul tuo corpo) e rimani li per qualche istante senza alcuna aspettativa particolare! 
  • Pensa di fare MENO ASANA del solito o di quelle che ti sei prefissato, questo ti aiuterà magicamente a restare per molto più tempo sul tappetino! 
  • Cambia il RITMO della tua pratica: prova ad andare più lentamente e a fare meno asana o più velocemente connettendoti alla sensazione di LEGGEREZZA che deriva da una pratica più veloce.
  • Preferisci delle posizioni RISTORATIVE; goditi il piacere di rilassarti non stai facendo nulla di male! 
  • Fai una pratica ATTIVA nonostante la stanchezza: se ti senti eccessivamente stanca o stanco una strategia possibile potrebbe essere quella di praticare comunque in maniera bella attiva e stancante …questo paradossalmente potrebbe ricaricarti di più e motivarti l’indomani a risalire sul tuo tappetino! 

Ricordatevi sempre che per un praticante abituale di yoga questa situazione potrà presentarsi mille volte nella sua vita e invece di reprimerla o giudicarla come negativa, approfittiamone per vedere se effettivamente riusciamo a portare il nostro yoga anche fuori dal tappetino e se siamo in grado di stare con ciò che c’è, esercitando un sentimento di EQUANIMITA’. Solo con la tranquillità, l’assenza di desiderio e di giudizio che deriva da quest’ultima attitudine saremo in grado di praticare la retta azione e la retta parola.  

Namasté!

Daniela

Daniela

Mi raccomando se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento qui sotto e condividilo con altri yogi! La condivisione della conoscenza è una delle più belle azioni che possiamo fare!

Lascia un commento

Rimani aggiornato

Mandami l atua mail per rimanere aggiornato di tutte le attività di ciao yoga

Torna su