fbpx

Playlist Luglio

Sii consapevole di come sei, senza alcun giudizio e lascia che il tuo risveglio diventi liberatorio. Questo il messaggio dei brani yoga scelti per te per accompagnarti in questo mese.

Per questo Luglio il percorso di suoni yoga che ho scelto e creato per te si muove tra melodie classiche, brani scanzonati ma rivelatori e quel french touch, trip hop downtempo che non stancherà mai di affascinarmi e che per me è molto vicino a quel “gusto” dolce e femminile dello yoga.

Ma cominciamo dall’inizio e procediamo passo passo. Il viaggio sonoro di questo mese parte con un pezzo strumentale “Paradise” che ti introduce però subito e chiaramente  verso la meta finale del viaggio. Lo scopo di questo cammino di musiche è di portarti  in un posto segreto della tua anima, dove regna una pace e tranquillità senza pari e che difficilmente potrai trovare da qualche altra parte nel mondo.

Ma attenzione: questo non significa che non devi darti da fare. Anzi è proprio tutto il contrario! Per raggiungere questa pace esclusiva e “made by you” c’è bisogno di un duro e continuativo lavoro. Non basta un giorno o un’ora tutti i giorni o la più profonda intenzione o motivazione: occorre proprio un cambio di rotta! O si sceglie di diventare un essere che lavora con consapevolezza su stesso o si sceglie l’altra via e cioè quella di lasciarsi trascinare da circostanze, cose, eventi…come più o meno continuiamo a fare tutti, trovando giustificazioni plausibili ed accettabili.
So che può sembrare molto dura, ma la chiave di questo lavoro non è poi così complicata e questa volta è tutta ed esplicitamente rivelata nel brano – dalla composizione musicale alquanto insolita, discutibile ma a mio avviso divertente e scanzonata – “Sitting on Wings” by DJ Taz Rashid. Adoro quando asserisce “you have to let it happen, you have to let yourself wake up become libering” (“devi lasciare che accada, devi lasciare che il tuo risveglio diventi liberatorio”), continuando con “always supllied to yoga” (“sempre sostenuto dallo yoga”).

Ascolta questo brano più e più volte, non importa se non conosci l’inglese o se non ne capisci le parole: comunicherà da solo con la tua anima più profonda.

Il lato dolce dello yoga e di questo viaggio è invece disegnato dai suoni downtempo, compositore francese from Poitiers. è il gruppo che la fa da padrone.

“Deep Water” dove sembra proprio di essere sotto acqua, passando per “Long Silent”  e cioè il lungo silenzio che dovrebbe essere sempre presente e far parte della tua pratica e del tuo fare yoga, a “Intro” che può rischiare di commuovere per la sua semplicità e il suo incastrasi di suoni semplici e giocosi. Adoro anche il brano “I like moby, air, morcheeba, and all their children” che strappa un sorriso per la sua esplicita ironia. Forse tutti dovremo  più spesso ammettere esplicitamente che “copiamo” e ci ispiriamo alle cose che amiamo e ammetterlo chiaramente sarebbe oltre che liberatorio, un atto di estrema umanità. (*Per chi non conoscesse Moby, Air, Morcheeba sono gruppi che hanno segnato il trip hop anni 90 e a cui Mounika si inspira chiaramente nel brano creando una melodia molto simile ai sound di questi gruppi). 

Alla fine ci sono i sound per accompagnare il tuo Shavasana. Sono melodie classiche quasi super classiche per il tuo rilassamento, ma ogni tanto adoro ritornare alle origini e alle cose “normali” e forse anche un po’ banali. Interessante il pezzo “Nadi’s Awakening” nell’augurio che ascoltandolo alla fine di una sessione di yoga, i tuoi canali energetici ne possano essere accarezzati.

Bene spero che questo viaggio ti piaccia. Le mie parole sono solo una guida e come al solito puoi decidere di ascoltare questi brani mentre pratichi oyoga  anche semplicemente mentre viaggi, cammini, prendi il sole. Sono musiche per tutti cosi come lo è yoga, l’unico presupposto fondamentale e denominatore comune è la tua apertura e disposizione di animo! Buon ascolto! Buon Luglio!
Namastè!

Phone: + 39 328 162 6168
Email: danielamasella@gmail.com
Torna su